Glossario

Mutui
Investimenti e trading
Conti e carte
Tecnologia

Mutuo Inpdap

L’Inpdap, acronimo di Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, era l’ente previdenziale per i dipendenti pubblici che è stato assorbito nel 2011 dall’Inps. Il mutuo Inpdap, ora denominato più propriamente mutuo Inps, è un tipo di mutuo agevolato destinato ai dipendenti pubblici (e ai pensionati ex dipendenti pubblici iscritti da almeno 3 anni alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali). Il mutuo Inpdap, ora mutuo Inps, può anche essere richiesto per surroga di un mutuo precedentemente stipulato e presenta tassi di interesse agevolati fissati periodicamente da legislatore. L’importo massimo finanziabile è di 300 mila euro, la durata varia da 10 a 30 anni in base alle esigenze e all’età del mutuatario.

I più letti

Conto corrente: la guida completa

Il conto corrente è uno strumento a cui non si può rinunciare, se si vogliono gestire in modo efficiente le proprie risorse economiche. La funzionalità principale dei conti è quella di custodire il proprio denaro in modo sicuro e utilizzarlo tutte le volte che serve, tramite i contanti o le carte di pagamento.

Carta di debito: la guida completa

La carta di debito è la carta di pagamento più utilizzata, perché normalmente viene consegnata ad ogni correntista che ne fa richiesta all’apertura del nuovo conto corrente.

Mutuo: la guida completa

Comprare casa è un investimento per il futuro che va programmato con attenzione, soprattutto quando è necessario richiedere un mutuo. Le variabili in gioco sono diverse, come il tipo di tasso applicato e la presenza o meno di un garante.