Banco bpm
Fondo di Garanzia per le PMI

Fondo di Garanzia per le PMI

BANCA, STATO E UE PER UN MAGGIOR SVILUPPO DELLE AZIENDE.

Fondo di Garanzia per le PMI

I finanziamenti alle PMI,  assistiti dalla garanzia diretta del fondo di garanzia per le PMI (FGPMI), si suddividono in:  Mutui Chirografari per Investimenti o per Circolante, liquidità scorte e riequilibrio finanziario

Il Fondo di Garanzia, costituito presso il Ministero dello sviluppo economico – MISE, gestito dal Mediocredito Centrale (MCC) e finanziato con risorse statali e comunitarie, concede garanzie nell’interesse di PMI e altri soggetti ammissibili che necessitano di un supporto cauzionale, perché autonomamente sprovvisti o carenti, allo scopo di favorirne un migliore accesso al credito.

I DETTAGLI

Avvalendosi in particolare della garanzia diretta del Fondo a parziale copertura dei finanziamenti, concessi nel rispetto delle condizioni previste dalla normativa specifica, la banca è in grado di veicolare direttamente a favore dei destinatari finali il corrispondente beneficio finanziario, in termini di minor tasso di interesse applicato, maggiore importo finanziato o minore importo di garanzie aggiuntive rispetto a prodotti simili senza agevolazioni.

La copertura è fissa all’80% se i finanziamenti sono:

  • a fronte di investimenti
  • di importo ridotto (massimo 25.000€)
  • inquadrabili ai sensi della c.d. “Nuova Sabatini” (vedi scheda specifica)
  • per start-up, start-up o PMI innovative o incubatori certificati

La copertura varia in funzione della rischiosità dell’impresa, sulla base di un modello di valutazione (rating) prestabilito dal Fondo, dal 30%, per la classe di merito migliore, fino all’80%, per quella meno performante, negli altri casi (circolante/liquidità/scorte/riequilibrio finanziario). L’importo massimo garantito per singola impresa è di 2.500.000€.

Tutti gli adempimenti per l’accesso alla garanzia sono curati dalla Banca, il beneficiario deve compilare il Modulo di richiesta dell’agevolazione – Allegato 4, reperibile al link: http://www.fondidigaranzia.it/wp-content/uploads/2018/09/190322_Allegato-4-garanzia-diretta-definitivo.docx

Per maggiori dettagli, consultare le “Disposizioni operative” del Fondo, reperibili al link www.fondidigaranzia.it

I VANTAGGI

ACCESSIBILITA

ACCESSO AL CREDITO FACILITATO RISPETTO AI CANALI ORDINARI

Senza la garanzia del Fondo.

VANTAGGIO FINANZIARIO DERIVANTE DALLA GARANZIA

Veicolato a favore delle imprese.

COSTO RIDOTTO DELLA GARANZIA PUBBLICA

Rispetto ad altre agevolazioni.

SUPPORTO PRIORITARIO

Per la realizzazione di programmi di investimento ed esigenze di liquidità o riequilibrio finanziario dell’impresa.

I CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

L’intervento rientra tra le agevolazioni pubbliche di garanzia ed è assoggettato alle normative europee in materia di aiuti di stato alle imprese.

I finanziamenti chirografari con garanzia diretta del Fondo (di scopo, a pena di revoca/risoluzione) devono essere finalizzati:

  • alla realizzazione in Italia di programmi di investimento, precisamente dettagliati dall’impresa, in beni materiali produttivi e immateriali (da ultimare al massimo entro tre anni dall’erogazione);
  • al fabbisogno di circolante/liquidità (pagamento fornitori, spese per il personale, di gestione, ecc.), anche come ripristino per investimenti già spesati; alla formazione di scorte / magazzino; al riequilibrio finanziario mediante consolidamento dell’esposizione in bonis a breve/medio/lungo termine in essere presso la banca (se le operazioni da consolidare sono già assistite dalla garanzia del Fondo) o il sistema.

Le durate dei finanziamenti e le percentuali di finanziabilità (che possono arrivare fino al 100%) sono concordate di volta in volta con la banca, entro i limiti previsti dal Fondo.

OBIETTIVI
ACCESSO AL CREDITO DI AZIENDE SANE¹
SOSTEGNO AI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO E CONSOLIDAMENTO
TRASFERIMENTO AI BENEFICIARI FINALI DEI BENEFICI FINANZIARI CONNESSI ALLA NATURA STATALE DELLA GARANZIA
DEDICATO A
PICCOLE E MEDIE IMPRESE (definizione comunitaria)²
IMPRESE, CONSORZI E COOPERATIVE SOCIALI (ai sensi del D. Lgs.3 luglio 2017, n. 112)³
PROFESSIONISTI⁴
IMPRESE “IN FASE DI AVVIAMENTO”⁵
PMI QUALIFICABILI COME “START-UP” INNOVATIVE⁶
PMI INNOVATIVE⁷

¹ Aziende che non dispongono di sufficiente supporto cauzionale autonomo, grazie alla garanzia del Fondo.

² Operanti in Italia (con limitate eccezioni di settore e con operatività esclusa per Toscana, soggetta a restrizioni per Marche, Abruzzo, Friuli V.G.).

³ Iscritte nell’apposita sezione del Registro delle Imprese

⁴ Iscritti agli ordini professionali o, se esercitano professioni non organizzate in ordini o collegi, aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco consultabile nel sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico: www.sviluppoeconomico.gov.it, con specifica attestazione di iscrizione.

⁵ Secondo l’art. 22 del Regolamento UE 651/2014, ovvero: piccole imprese non quotate, iscritte nel Registro delle imprese da meno di 5 anni alla data di presentazione della richiesta di ammissione al Fondo, che non abbiano ancora distribuito utili e non costituite a seguito di fusione; e professionisti che abbiano avviato l’attività economica o siano soggetti ad imposta per tale attività da meno di 5 anni.

⁶ Sono tali anche gli incubatori certificati di “start-up” innovative, iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese (art. 25, comma 8, DL 179/2012).

⁷ Costituite in forma di società di capitali, non quotate in un mercato regolamentato, iscritte in apposita sezione speciale del Registro delle Imprese riservata alle PMI innovative.

Tutti i beneficiari devono essere finanziariamente ed economicamente sani, rientrare nelle casistiche di eleggibilità e non essere soggetti alle esclusioni a vario titolo previste dalla normativa di riferimento.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Finanziamenti Agevolati

FINANZIAMENTI AGEVOLATI A SUPPORTO DEL CAPITALE CIRCOLANTE

Credito Adesso - Finlombarda Spa

Per venire incontro alle esigenze di liquidità delle imprese, noi di Banco BPM abbiamo aderito alla convenzione con la Regione Lombardia per la concessione di finanziamenti agevolati chirografari alle PMI e alle MID CAP Lombarde: con Credito Adesso viene finanziato il capitale circolante, su presentazione di uno o più ordini e/o contratti riguardanti la vendita di beni e servizi inerenti all’attività produttiva e commerciale delle aziende (anticipo forniture).

Finanziamenti Agevolati

IL FINANZIAMENTO AGEVOLATO PER LE AZIENDE

Beni strumentali Nuova Sabatini

L’agevolazione consiste in un contributo pari al 2,75% erogato, in quote annuali, dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), che globalmente comporta un vantaggio economico pari a circa il 7,7% dell’importo finanziato. Grazie alla nuova istruttoria i tempi di erogazione del finanziamento agevolato sono equiparabili a quelli di un’operazione ordinaria.

TRASPARENZA

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Prendere visione dei dettagli di prodotto. I fogli informativi dei servizi e prodotti sono a disposizione anche presso le filiali della banca. La concessione è subordinata all’esito positivo dell’iter di valutazione del merito creditizio da parte della banca.