Pagamenti POS Esercenti: costi e commissioni

Quanto costa un POS?

06.10.2022

Quando si parla dei costi del POS non bisogna considerare soltanto le commissioni. Possedere un POS comporta anche dei costi fissi, come ad esempio il canone per il noleggio del dispositivo e le spese una tantum per l’installazione. Ci sono delle offerte che prevedono soluzioni frazionate mensilmente con diverse variabili a seconda del pacchetto scelto.

 

Scegli il POS che fa per te

Come funzionano i pagamenti POS

Oltre ai costi fissi vi sono poi i costi delle commissioni su ogni singolo pagamento, motivo principale delle proteste negli anni perpetuate dai commercianti.  Premettendo che non si può stabilire a priori l’esatto ammontare del totale commissionale a carico degli esercenti, va precisato che il consumatore e il commerciante non sono gli unici soggetti coinvolti nel pagamento con il POS. Quando si paga con strumenti elettronici tracciabili, difatti, il commerciante paga una percentuale sul valore di quella transazione che ha due componenti:

  • La commissione interbancaria: ovvero la “tassa” sullo scambio che avviene tra la banca che ha emesso la carta di pagamento utilizzata nel pagamento dal cliente e la banca del commerciante che riceve il pagamento. (Un regolamento europeo del 2015 ha imposto un tetto massimo alle commissioni interbancarie, dello 0,3% dell’importo speso per le transazioni con carta di credito e dello 0,2% per quelle con carta di debito o carta prepagata);
  • Le commissioni dei circuiti coinvolti (Visa, Mastercard, American Express, PagoBANCOMAT®).

Esempio pratico: Quando un consumatore paga 50 euro con la sua carta in un negozio, il negoziante paga all’intermediario convenzionatore una commissione (in questo caso potrebbe essere di 25 centesimi) per far sì che la carta usata dal cliente venga accettata. Una parte di questa somma (10 centesimi), va poi all’intermediario (tendenzialmente l’Istituto di credito) che ha emesso la carta con cui il cliente ha pagato.

Quanto sono alte le commissioni sui pagamenti con POS

Il meccanismo di funzionamento dei POS e dei pagamenti con carta rende difficile quantificare una percentuale della commissione valida per tutti. In generale possiamo dire che le commissioni sui pagamenti variano dallo 0,45% al 4,5%, con dei limiti massimi, a seconda dei circuiti utilizzati e della somma in questione. È chiaro quindi che sono soprattutto le commissioni più elevate ad avere un impatto maggiore nei pagamenti dove il prezzo è più basso e il margine di guadagno del commerciante è più risicato. Per incentivare quindi l’utilizzo di carte e wallet anche per i micropagamenti, Banco BPM ha eliminato le commissioni sui pagamenti fino a 5 euro per due anni, dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022 per transazione effettuate con il circuito PagoBANCOMAT®.

Micropagamenti PagoBANCOMAT®: non perdere occasioni pensando alle commissioni

Banco BPM ha avviato un’iniziativa sul circuito di pagamento PagoBANCOMAT® al fine di agevolare gli esercenti nella richiesta di accettazione dei pagamenti digitali, anche per le spese di piccolo importo. A partire dal gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2022, Banco BPM rimborserà agli esercenti tutte le commissioni generate da tutte le transazioni PagoBANCOMAT di importo inferiore a 5 euro, eseguite su POS fisici e MobilePOS della Banca.

Il rimborso di queste commissioni troverà riscontro in fattura con una specifica voce di storno. Nel caso in cui la fattura non fosse prevista le commissioni saranno quindi scalate dal totale commissionabile in addebito sul conto corrente di riferimento.

Questa iniziativa è gratuita e rivolta a tutti i clienti della Banca che utilizzano il POS Banco BPM: non ci sono eccezioni di categoria merceologica, segmento, fatturato o transato. Non sono inoltre necessarie richieste dedicate per beneficiare di questa agevolazione, difatti la stessa verrà estesa automaticamente a tutte le nuove sottoscrizioni fino al termine dell’iniziativa.

 

L’articolo è di carattere divulgativo aggiornato alla data di pubblicazione. Per conoscere l’offerta della Banca consulta l’area Prodotti.

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e sul sito www.bancobpm.it. L’erogazione del finanziamento è subordinata alla normale istruttoria da parte della banca.

Banco bpm
Scegli il POS che fa per te