Interessi bancari su conto deposito vincolato

Mettere al sicuro e far fruttare i propri risparmi è il desiderio di tutti i risparmiatori e il conto deposito vincolato è la scelta ideale per chiunque sia alla ricerca di una soluzione semplice e ben remunerata. Si tratta di un conto corrente con funzionalità limitate che permette al correntista di percepire degli interessi sul capitale investito, purché lo stesso rimanga vincolato per un determinato periodo di tempo.

Cerchi un deposito di risparmio? È tuo con Conto Webank

Quando conviene aprire un conto deposito vincolato?

La particolarità di questa tipologia di conto deposito è proprio il vincolo: il capitale investito non può essere prelevato prima della scadenza del vincolo, altrimenti si rischia di perdere gli interessi maturati fino a quel momento.

Le banche premiano gli investitori che scelgono un conto vincolato, offrendo loro degli interessi molto vantaggiosi. Il vincolo può avere una durata variabile e gli interessi crescono proporzionalmente alla lunghezza del vincolo. Aprire un conto deposito vincolato conviene quando il risparmiatore è alla ricerca di un investimento sicuro e dal rendimento garantito e prevede di non utilizzare il capitale investito per tutta la durata del vincolo. Tutto ciò che il risparmiatore deve fare per percepire gli interessi pattuiti è attendere la scadenza prefissata.

Le spese che incidono sul conto deposito

Una delle preoccupazioni più frequenti di chi si avvicina per la prima volta al conto deposito riguarda i costi da affrontare per la sua gestione. Ogni istituto bancario può prevedere delle spese di apertura, gestione e chiusura conto, ma nella maggior parte dei casi si tratta di costi di piccola entità.Le spese che invece riguardano tutti i conti deposito sono quelle relative all’imposta di bollo, che è pari allo 0,20% delle somme vincolate. Anche in questo caso sono solo piccole spese che non compromettono in alcun modo la convenienza del conto deposito.

.

Banco bpm
Vuoi maggiori informazioni sui conti deposito?