Il Servizio SDD per la canalizzazione di donazioni continuative

Le organizzazioni no Profit hanno a disposizione uno strumento utile e conveniente per ricevere donazioni costanti e continuative. Si tratta del servizio SDD, che non comporta alcun costo per il donatore.

Banco BPM ha attivato il servizio SDD per canalizzare donazioni continuative a diversi enti no Profit, tra cui ad esempioAisos onlus, Fondazione Comunità Domenico Tardini, e il Collegio Mater Redemptoris. Ecco come funziona il servizio.

Associazioni

Come usare il servizio SDD per intercettare donazioni no Profit

Moti conoscono il servizio SDD perché lo utilizzano per regolare partite di portafoglio fra clienti oppure per consente a tutte le società di servizi di addebitare il loro costo sul conto corrente.

Il servizio SDD è una risorsa molto preziosa anche per le organizzazioni dell’universo no Profit. È infatti uno strumento che permette agli enti che operano senza scopo di lucro di ricevere donazioni continuative senza costi per il donatore.

Le associazioni, le Onlus e tutti gli enti no Profit, possono garantirsi entrate di fondi costanti e continuative, attraverso una transazione con modalità “AMICO” che risulta particolarmente conveniente anche per chi supporta questi enti.

Attraverso il Servizio SDD è possibile per l’associazione percepire donazioni periodiche di importo certo e prefissato, che saranno prelevate gratuitamente sino a revoca del servizio sul conto del donatore, attraverso la semplice firma di una manleva.

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Associazioni, Cooperative Sociali, Enti Religiosi