La Cooperativa Sociale "Alternativa Ambiente"

Alternativa Ambiente cooperativa sociale è una realtà di impresa sociale tra le più strutturate e reattive del proprio territorio. È una cooperativa sociale di tipo plurimo che oggi coinvolge oltre 400 soci e collaboratori – tra i quali il 35% con svantaggio psichico, fisico o sociale – impegnati in servizi molto diversificati nelle province di Treviso e Belluno. Le attività di cui la cooperativa si occupa spaziano dai servizi ambientali alla guardiania negli Ecocentri, dalla pulizia dei mercati settimanali ai servizi cimiteriali; a queste si aggiungono quelle rivolte a clienti pubblici e privati, dalla cura del verde alle pulizie civili e industriali, dalla logistica e trasporto conto terzi fino agli assemblaggi ed anche alle attività sociosanitarie non mediche presso tre ambulatori. Inoltre, ogni anno offre servizi abilitativi-occupazionali diurni a un centinaio di persone in condizione di marginalità e accoglie una quarantina di residenti in tre centri di cui gestisce i servizi sociosanitari.

Costituitasi plurima nel 2016 dalla fusione di Alternativa (cooperativa sociale nata nel 1989) e di Alternativa Ambiente (cooperativa sociale sorta nel 1993) ne racchiude le esperienze ed anche i valori sociali radicati nel territorio fin dal 1978, quando nacque la prima Alternativa, cooperativa agricola creata da un gruppo di volontari per offrire opportunità di lavoro e di socialità per i detenuti del Carcere di Treviso. Ancora oggi, infatti, il volontariato e l’agricoltura (biologica certificata) restano il tratto distintivo dell’operatività della cooperativa nella sua sede di Vascon di Carbonera.

Alla fine del 2019, per intensificare ulteriormente la propria azione sul territorio, ha avviato l’operazione di acquisizione di un immobile industriale a Vacil di Breda di Piave per la gestione delle principali attività – servizi ambientali, cimiteriali e global service – precedentemente svolte in un capannone in affitto già da tempo ritenuto non sufficiente per la gestione ordinaria e lo sviluppo della stessa.

Grazie anche al decisivo sostegno di Banco BPM – che ha finanziato oltre centomila euro di nuovi impianti e attrezzature – il nuovo capannone è stato acquisito e subito entrato in funzione a inizio del 2022, offrendo nuovi spazi per ampliare le attività esistenti e avviare nuovi percorsi di inserimento lavorativo, e per garantire stabilità e continuità nel tempo alla mission della cooperativa, ovvero l’attenzione alla persona svantaggiata e la cura dell’ambiente.

Enti Religiosi

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Associazioni, Cooperative Sociali, Enti Religiosi