L’impegno sociale della Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Pistoia

Le Confraternite di Misericordia operano in Toscana dal 1200 e da sempre si sono impegnate per dare sepoltura cristiana ai cadaveri abbandonati dei meno abbienti e soli, soprattutto nei periodi di pandemia (come peste e malaria).

In Toscana sono centinaia le Misericordie ancora oggi attive e Banco BPM da un decennio ha rapporti ed è tesoriere della loro Confederazione Nazionale, della Federazione Regionale Toscana oltre alle Misericordie stesse, dalle più importanti alle più piccole nei paesi dei nostri appennini.

La Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Pistoia è tra quelle più importanti per la sua storia e i suoi servizi e fino a poco tempo fa Banco BPM non era mai riuscita ad instaurare rapporti con questo ente del terzo settore.

Enti Religiosi

La storia della Misericordia di Pistoia e le principali attività

La Misericordia di Pistoia operava nel pistoiese già dal tardo 1600, quando nacque come Compagnia di San Giovanni Decollato per dare assistenza ai carcerati ed ai condannati a morte, occupandosi del loro seppellimento. Oggi è una delle realtà più importanti nell’ambito della Confederazione e da sempre la Misericordia era legata ad una Banca del locale territorio.

La Venerabile Arciconfraternita nei secoli ha sviluppato le sue attività socio assistenziali su tutta la provincia di Pistoia ed il servizio di emergenza con le ambulanze è sicuramente il più antico.

Possiamo definirlo “storico”, perché esiste da quando è stata istituita ed era chiamato “Servizio Infermi”.

Da questo servizio ancora oggi dipende tutta l’organizzazione dell’emergenza con ambulanze, con un parco automezzi costituito sia da ambulanze sia da vetture utilizzate per il trasporto sociale e sanitario. La Misericordia opera su un ampio territorio con 15 sezioni sempre pronte ad intervenire su ogni emergenza.

Per capire l’importanza di questa Confraternita vogliamo mostrare alcuni numeri presentati nella relazione al Bilancio 2019, da cui risulta che, con 508 volontari e 6 dipendenti, la Misericordia ha svolto questi servizi:

  • 7.345 servizi di Emergenza con ambulanza e/o automedica;
  • 38.901 servizi ordinari (dimissioni, ricoveri con certificato, visite specialistiche, dialisi, trasferimenti ordinari);
  • 10.334 mute di letto, unica realtà nella nostra città che svolge da secoli questo servizio fondamentale per le persone;
  • 35.654 servizi di trasporto sociali da e per i centri riabilitativi.

Nel campo emergenze si aggiunge quello della propria Sezione di Protezione Civile, che in questi ultimi anni è stata attiva in seguito a tutte le calamità naturali più gravi sia in Italia sia all’estero.

Altro servizio da sempre svolto dalla Misericordia di Pistoia riguarda l’Assistenza domiciliare, con 807 pazienti assistiti presso il proprio domicilio nel 2019. In totali si sono registrate 35.705 ore di assistenza, mentre il servizio infermieristico ha svolto 18.945 prestazioni nell’anno (per lo più iniezioni, ma anche medicazioni, flebo e altre prestazioni infermieristiche).

Prosegue anche l’Attività di Accoglienza solidaristica e caritatevole in abitazioni della Misericordia per 7 stranieri e 2 italiani, che sono diventati tutti volontari e svolgono volontariato attivo.

Servizi cimiteriali, di Poliambulatorio e le altre attività della Misericordia di Pistoia

La Venerabile è proprietaria del “Cimitero Monumentale della Misericordia” ed è proprio in occasione della ristrutturazione e ampliamento dell’altro “Cimitero della Misericordia”, oggi utilizzato per le sepolture, Banco BPM è entrato nel 2019 per la prima volta in rapporto con la Confraternita.

Dopo questa prima operazione i rapporti con la Banca si sono allargati, tanto che oggi l’istituto di credito ha relazioni con quasi tutti i loro settori di attività.

La Misericordia ha storicamente un “Servizio di onoranze funebri” gestito direttamente e richiesto con fiducia dalle famiglie. Infatti, la Misericordia in Pistoia è da sempre il punto di riferimento di questo delicato e particolare servizio. Al servizio si accompagna da sempre, nella centrale Sede Storica della Venerabile, la messa a disposizione delle “Cappelle del commiato”. Questo servizio si ripete anche nella Sezione di Quarrata, dove le Cappelle sono molto apprezzate dalla popolazione e circa il 70% dei cittadini sceglie questo luogo per destinare gli ultimi momenti di vicinanza ai loro cari.

La Misericordia gestisce un “Poliambulatorio”, che ha aumentato la varietà delle prestazioni a “tariffa sociale” offerta e dove visitano importanti liberi professionisti. In tale ambito la Misericordia, con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, ha istituito il “Fondo Solidarietà & Salute”. Si tratta di uno strumento unico nel suo genere, che offre la possibilità di usufruire di visite specialistiche alle tante persone che si trovano in grave difficoltà economica, dietro segnalazione dei medici di famiglia.

La Misericordia ha un proprio “Gruppo donatori sangue Fratres” con oltre 1.500 donatori, che sta continuando a crescere.

Nei propri locali ha realizzato un “Centro di socializzazione per anziani” e un “Centro ferie”, che vede riuniti per due volte alla settimana 40/50 anziani che partecipano alle varie iniziative culturali, ricreative e sanitarie. Inoltre nel 2019 sono state 24 le persone anziane ospitate per un periodo di vacanze di 15 giorni nel mese di giugno.

A fine 2019 è stato aperto l’Emporio della solidarietà in stretta collaborazione con la Caritas Diocesana e sono riusciti a consegnare a circa 600 famiglie locali generi di prima necessità a lunga conservazione, ma presto saranno in grado di gestire e distribuire anche prodotti freschi. Gli acquisti sono gestititi tramite una CARD ricaricabile a punti, che vengono caricati dai centri di ascolto della Caritas in base al nucleo familiare ed alle condizioni economiche dei titolari.

È stato istituito anche un “Centro antiusura” e le pratiche di prevenzione istruite sono state 5 per un finanziamento totale di €. 672.000.

Naturalmente una simile realtà non poteva non avere una propria attività dedicata alla “Formazione professionale”, che risulta particolarmente importante perché il 99% del personale è composto da volontari. Sono regolari i corsi di aggiornamento tenuti da oltre 50 formatori per la formazione dei volontari, curati non solo dal punto di vista professionale, ma anche dal punto di vista etico e cristiano.

Le aree tematiche dei percorsi formativi riguardano:

  • Motivazione al volontariato;
  • Organizzazione e sviluppo;
  • Formazione tecnico-professionale.

Ultimo, ma non meno importante, è il prezioso contributo dato nel periodo di quarantena per Covid-19. La Misericordia è stata sempre attiva sul territorio provinciale ed ha aiutato a trasferire con le sue autoambulanze attrezzate per il biocontenimento, pazienti Covid dalle Regioni più colpite del Nord Italia ad altre aree del Paese.

Oggi la Misericordia svolge tutti questi servizi con 6 dipendenti ed oltre 500 volontari, mentre i soci della Misericordia sono quasi 3.000 e oltre 15.000 i sostenitori delle Sezioni.

Il Gruppo Banco BPM è fiero di avere tra i suoi clienti un Ente pluricentenario come la Misericordia di Pistoia che, con le Sue attività nate ed affinate nel corso dei Secoli, ne fanno un punto di riferimento sempre presente per tutta la cittadinanza.

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Associazioni, Cooperative Sociali, Enti Religiosi