Come funziona il POS e quale modello scegliere (fisso, mobile o virtuale)

Aggiornato il 30/8/2022

Offrire diverse soluzioni di pagamento è sempre un vantaggio per chi vende prodotti o servizi, perché crescono le possibilità di aumentare il volume di affari. I pagamenti con carta sono sempre più frequenti e per riceverli basta dotarsi di un POS.

Una volta scelto di utilizzare il POS, come funziona per ricevere i pagamenti? Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima distinguere tra i vari modelli disponibili, perché le nuove tecnologie hanno ampliato molto il range di possibilità.

Scegli il POS che fa per te

Come funziona il POS?

Se l’utilizzo del POS è così diffuso, dipende anche dalla sua semplicità d’uso, sia per il cliente che per l’esercente che riceve il pagamento. Per pagare è sufficiente che il cliente completi la transazione inserendo la carta e digitando il relativo PIN. Per importi fino ad un massimo di 50 € basterà semplicemente appoggiare la carta o smartphone o wearable, effettuando il pagamento in modalità contactless.

Il denaro viene trasferito sul conto corrente dell’esercente e le commissioni per ogni transazione sono piuttosto basse, rendendo conveniente la ricezione dei pagamenti con queste modalità. Ogni transazione viene registrata sul conto e per l’imprenditore, il commerciante o il libero professionista è facile tenere traccia delle entrate evitando di dover gestire il versamento dei contanti e rischi annessi.

Le diverse tipologie di POS

Abbiamo visto le principali caratteristiche del dispositivo POS, come si usa e i vantaggi del suo utilizzo, ma dobbiamo sapere che ne esistono varie tipologie che permettono di soddisfare le diverse esigenze dei nostri esercenti. Pertanto, è possibile trovare POS per il punto vendita, in mobilità, per vendita e-commerce.

  • Pos per il punto vendita: consente i pagamenti con carte di creditodebito e prepagate e rende più rapidi gli incassi, anche in modalità contactlessda smartphone, e-mail e social.
  • POS in mobilità: portatile e senza vincoli di spostamento, ti permette di accettare pagamenti ovunque tu sia.
  • POS per vendita e-commerce: dedicato a professionisti e aziende che desiderano attivare o ampliare la propria attività su internet oppure vogliono offrire ai clienti servizi di pagamento a distanza.

Quale modello scegliere in base alle proprie esigenze

La scelta del POS è quindi molto ampia e per scegliere quello più adatto, bisogna domandarsi quale sarà l’utilizzo che verrà fatto del dispositivo. Ogni soluzione ha pro e contro e vanno valutati con attenzione in considerazione del tipo di attività e delle modalità di vendita dell’esercente.
Per esempio, chi esercita la propria attività senza una sede fissa, troverà molto conveniente scegliere una soluzione di POS in mobilità senza rinunciare ai pagamenti elettronici.

Scopri a chi è rivolto l’obbligo del POS.

 

L’articolo è di carattere divulgativo aggiornato alla data di pubblicazione. Per conoscere l’offerta della Banca consulta l’area Prodotti.

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e sul sito www.bancobpm.it. 

Banco bpm
Scegli il POS che fa per te