Vai al contenuto principale

BTP: cosa sono, come funzionano e come acquistarli

12/06/2023

I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali), sono obbligazioni – o titoli di debito – a medio/lungo termine con cedola fissa posticipata pagata con cadenza semestrale, che vengono emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Si tratta quindi, a tutti gli effetti, di un prestito che gli investitori fanno allo Stato italiano e che ha caratteristiche e modalità di funzionamento ben precise.

Vediamo nel dettaglio come funzionano, come acquistarli e quali sono i loro rendimenti.

Tante proposte per costruire il tuo capitale

BTP: cosa sono e come funzionano?

Come abbiamo visto, i BTP sono delle obbligazioni a media/lunga scadenza che lo Stato italiano emette per finanziare la spesa pubblica e gli investimenti ; si tratta di Titoli di Stato a tasso fisso e a cedola annuale, pagata con cadenza semestrale, che prevedono la restituzione, alla scadenza del titolo,  del valore nominale (100). .

Il guadagno, per investimenti di questo tipo, consiste negli interessi generati dal titolo, che vengono pagati sotto forma di cedola per la quale è prevista un’aliquota fiscale pari al 12,5%, dunque inferiore rispetto a quella che grava sugli investimenti tradizionali, che sono sottoposti ad una tassazione pari al 26%.

Periodicamente l’investitore incasserà una cedola basata su un tasso di interesse che rimane fisso per tutta la durata del titolo. I BTP, sia nel momento dell’emissione che della scadenza, avranno un valore pari a 100 mentre il prezzo di acquisto sul mercato MOT (Mercato telematico delle Obbligazioni e dei Titoli di Stato) di Borsa Italiana, a seconda dell’andamento, può essere superiore o inferiore a questo valore: si parlerà quindi di:

  • quotazione alla pari quando il prezzo del BTP è uguale a 100
  • quotazione sopra la pari quando il prezzo è superiore a 100
  • quotazione sotto la pari quando il prezzo   è minore di 100.

Il prezzo del BTP può oscillare sia in positivo che in negativo ed è condizionato da diversi fattori come il livello dei tassi di mercato, l’inflazione o l’incertezza riguardo il debito pubblico italiano.

Ora che abbiamo visto come funzionano e come sono regolati, vediamo insieme come acquistare i BTP.

Come acquistare i BTP?

I BTP possono essere facilmente acquistati durante il loro periodo di collocamento direttamente dal proprio Home Banking; basterà semplicemente accedere al proprio conto titoli, se già in possesso (altrimenti sarà necessario richiederne l’apertura) e procedere alla sottoscrizione come avviene per qualunque altro titolo o azione.

Un’altra modalità per l’acquisto di BTP è rivolgersi direttamente allo sportello della propria Banca affidandosi al proprio consulente finanziario, che spiegherà nel dettaglio tutte le procedure per la sottoscrizione.

Infine, è possibile acquistare BTP presso tutti gli sportelli postali.

Conviene investire in BTP oggi?

Giunti a questo punto la domanda sorge spontanea, conviene investire in BTP oggi? Rispondere non è semplice, perché come abbiamo visto il BTP è legato a fattori che negli ultimi anni sono stati condizionati da significative incertezze. Particolare attenzione va riposta nei confronti del livello dei tassi di mercato.: La relazione che lega i prezzi delle obbligazioni, tra cui i BTP, e i tassi di interesse è inversamente proporzionale: all’aumentare dei tassi, i prezzi dei BTP scendono; al calare dei tassi i prezzi dei BTP aumentano.

Questo “rischio” va preso in considerazione se il titolo verrà ceduto sul mercato durante la vita dell’obbligazione. In caso di investimento eseguito nell’ottica di mantenere il titolo fino a scadenza, l’incertezza del prezzo non sarà un fattore in quanto il prezzo di rimborso sarà pari a 100.

Quanto rendono i BTP

Il rendimento dei BTP deriva in parte dal flusso cedolare e in parte dalla differenza tra il prezzo di sottoscrizione (se il titolo è stato acquistato in asta: in questo caso di parla di “scarto d’emissione”) o di acquisto (se acquistato sul mercato secondario), e il valore nominale (pari a 100) che viene rimborsato alla scadenza.

Le cedole sono predeterminate al momento dell’emissione in misura fissa e pagate posticipatamente con cadenza semestrale: sono pertanto costanti per tutta la vita del titolo.

I BTP Italia

Una particolare forma di BTP è rappresentata dai  Btp Italia.

Sono titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana. Ogni sei mesi pagano interessi a tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione del semestre di riferimento sulla base dell’indice ISTAT sui prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (FOI) con esclusione dei tabacchi. Hanno un lotto minimo acquistabile all’emissione pari a 1.000 euro e possono essere acquistati online tramite home banking durante il periodo di collocamento, oppure all’emissione allo sportello presso la propria banca o un ufficio postale abilitato.

A differenza degli altri titoli di Stato, i Btp Italia sono gli unici con durata pari a 4, 6 e 8 anni. Il loro collocamento avviene tramite MOT ed è previsto un premio fedeltà, ossia una percentuale del valore nominale dell’investimento, per chi li acquista durante la prima fase del collocamento e li detiene fino alla scadenza.

 

 

 

L’articolo è di carattere divulgativo aggiornato alla data di pubblicazione. Per conoscere l’offerta della Banca consulta l’area Prodotti.

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Tante proposte per costruire il tuo capitale