Imposta di bollo su conto deposito, calcolo e applicazione

Aprire un conto deposito può essere una soluzione per conservare e far fruttare i propri risparmi, investendo la liquidità disponibile e garantendosi un rendimento costante. La sua apertura comporta il pagamento annuale di un’imposta di bollo che è proporzionale all’ammontare del deposito stesso: i titolari di un conto deposito dovranno infatti versare lo 0,20% delle somme vincolate, secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2014.

Scopri tutti i conti correnti

Come si calcola l’imposta di bollo sulle linee vincolate

Oltre al conto deposito, alcune Banche offrono la possibilità di aprire un conto corrente al quale è possibile abbinare un deposito di risparmio libero o attivare le linee vincolate, ottenendo ottimi rendimenti.

Anche in questo caso, però, è previsto il pagamento di un’imposta di bollo. In particolare, per i conti corrente con linee vincolate:

  • L’imposta di bollo fissa è calcolata sulle somme depositate sul conto corrente e non sulle linee vincolate: si avrà una spesa complessiva di € 34,20 all’anno se la giacenza media è superiore a € 5.000 ed il titolare del conto è un persona fisica. Per i soggetti diversi dalle persone fisiche, come liberi professionisti o imprese, la spesa sale a 100 euro.
  • L’imposta di bollo proporzionale, invece, viene calcolata analogamente ai conti deposito: questa viene stabilita alla data di produzione dell’estratto conto (annuale, semestrale, trimestrale o mensile) e viene calcolata sul controvalore totale del deposito titoli (azioniobbligazionifondi comuni d’investimento e altri strumenti finanziari), e sugli importi vincolati. Questa imposta, però, non dovrà essere corrisposta se alla data di produzione dell’estratto conto non saranno presenti vincoli attivi e se non sono presenti strumenti finanziari di nessun genere sul deposito titoli. Una volta individuati i prodotti sui quali sarà applicata l’imposta di bollo proporzionale, il calcolo è a portata di mano: sarà sufficiente calcolare lo 0,20%  del valore totale dei prodotti e scoprire così la spesa che comporterà l’imposta. Va tenuto presente che l’aliquota dello 0,2% è calcolata su base annua, pertanto in caso di produzione di estratto conto semestrale l’aliquota sarà dimezzata, in caso di estratto conto trimestrale sarà ridotta a un quarto, e in caso di estratto conto mensile sarà pari a un dodicesimo di 0,2%.

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Scopri tutti i conti correnti