Scadenza carta di credito: cosa fare quando non è più valida

La carta di credito a saldo è uno strumento alternativo al contante che permette di effettuare acquisti e prelievi con addebito posticipato sul proprio conto corrente: tutto ciò, in totale sicurezza e comodità.  All’atto di richiedere una carta di credito, oltre a conoscere come funziona, è importante sapere che questa avrà durata limitata nel tempo, stabilita dalla propria Banca in base alle condizioni previste dal contratto stipulato.

Conoscere la “data di scadenza” della propria carta di credito è molto semplice. Questa, infatti, sarà espressamente indicata sia sul contratto sottoscritto con la propria Banca sia sul dorso della carta stessa dove potrete trovare, oltre al codice identificativo di 16 cifre, anche la data di scadenza, esplicitata tramite il mese e l’anno in formato numerico.

Tante carte di credito per tutte le esigenze

Carta di credito in scadenza: come comportarsi?

Innanzitutto è bene ricordare che una carta di credito scaduta diventa del tutto inutilizzabile: ciò implica una serie di conseguenze dirette che dovrete tenere in debita considerazione.

Innanzitutto, dovrete ricordarvi di modificare i dati della carta laddove la abbiate indicata come metodo di pagamento per le vostre utenze e/o per servizi online in abbonamento (fruizione di musica o contenuti audiovisivi, ad esempio): qualora non completaste questa operazione, incorrerete nel mancato pagamento della fattura e relativa sospensione del servizio.

Una carta scaduta non vi permette nemmeno, ovviamente, di effettuare qualsiasi tipo di acquisto on e offline: laddove, sui vostri e-commerce di riferimento, abbiate inserito le coordinate della carta come metodo di pagamento “preferito”, ricordatevi di effettuare la medesima modifica. Infine, dopo la data di scadenza, non sarà più possibile utilizzare la carta per prelevare denaro contante.

La vostra Banca si preoccuperà di avvisarvi dell’imminente scadenza della carta di credito, per permettervi di procedere con tutta calma e tranquillità al suo rinnovo. La procedura è molto semplice: sarà sufficiente attendere l’invio automatico di quella nuova. La Banca, infatti, salvo diverse indicazioni, provvederà a far recapitare al cliente una nuova carta di credito poco prima della scadenza di quella vecchia.

A questo punto potrebbe essere necessario procedere in modo diverso a seconda dell’Istituto che ha rilasciato la carta. In alcuni casi occorre recarsi di persona in una filiale per attivare la carta, in altri, qualora la vostra banca preveda una piattaforma di internet banking, sarà necessario collegarsi al profilo personale e comunicare il codice di attivazione della nuova carta, contenuto nella documentazione inviata a domicilio.

La carta scaduta può essere riconsegnata alla banca, se questa ne fa esplicitamente richiesta o, in alternativa, distrutta per tutelare la propria sicurezza.

Banco bpm
Tanti conti correnti per tutte le esigenze