Internet banking: la guida completa

Per accedere ai servizi bancari e gestire il proprio denaro non è più necessario rivolgersi alla filiale. Grazie al servizio di internet banking, anche noto come online banking e mobile banking per utilizzare i servizi bancari non serve più muoversi da casa, ma basta una connessione internet e un dispositivo elettronico.

L’internet banking fa ormai parte della nostra quotidianità e tutte le banche offrono questo servizio. Scopriamo quindi in cosa consiste, come funziona e come si può accedere.

Servizi Digitali
 

Indice

 

Home Banking: cos'è e come funziona

Quando si parla di home banking o internet banking si fa riferimento a tutti i servizi che permettono di gestire a distanza i rapporti intrattenuti con la banca, come ad esempio il conto corrente o la carta prepagata. È come avere la banca sempre a portata di mano, utilizzando un computer o un altro dispositivo collegato a una rete internet.

Le operazioni bancarie si possono quindi gestire in totale autonomia e anche dal divano di casa, senza andare in filiale; per operare sarà necessario utilizzare la tua identità digitale, l’insieme degli elementi che permettono alla tua banca di riconoscerti. Possono essere elementi scelti da te, quali le password o il numero di telefono, oppure assegnati dalla banca, quali l’utenza o il token, e costituiscono le credenziali che verranno utilizzate in fase di autenticazione e autorizzazione delle funzioni on line che vorrai utilizzare.

L’introduzione dell’internet banking ha ampliato le modalità per accedere alla banca e ai suoi servizi ma la filiale rimane sempre il punto di riferimento dei clienti con esigenze più specifiche e che necessitano del supporto dell’operatore.

Torna all’indice

 

Operazioni possibili con l'Internet Banking

Le operazioni a disposizione del cliente sono numerose, sia di carattere dispositivo che informativo, vediamo nel dettaglio quali sono.

Conoscere movimenti e saldo del conto corrente è una delle esigenze più importanti per ogni correntista. Grazie all’home banking queste informazioni sono disponibili in qualunque momento, anche nei giorni e nell’orario in cui le filiali della banca sono chiuse.

Il correntista può inoltre effettuare bonifici online, sia nazionali che esteri , verso un qualunque altro conto corrente. Dopo aver effettuato l’accesso ai servizi di home banking, è sufficiente digitare l’importo del bonifico, l’IBAN del destinatario e la causale. L’operazione sarà processata nei tempi previsti dalla banca, in base al tipo di bonifico. Sono inoltre disponibili on line Bonifici Istantanei, che prevedono l’accredito al beneficiario in pochi secondi, e bonifici che permettono di usufruire delle agevolazioni per ristrutturazione/risparmio energetico.

Anche per pagare i Bollettini postali non serve fare la fila in banca o alla posta, perché l’operazione si può eseguire tramite internet e mobile banking. In questo caso di può scansionare il codice presente nel bollettino postale premarcato o inserire manualmente i dati relativi all’importo, all’intestatario e alla data di esecuzione del pagamento.

Sono disponibili inoltre le funzioni di pagamento Cbill-PagoPa, F23 e f24 per pagare imposte,  bollettini bancari e MAV, ricariche cellulari.

I clienti possono investire in borsa e tenere sotto controllo i propri investimenti in tempo reale. Allo stesso modo si può monitorare e analizzare il mercato finanziario, allo scopo di cogliere nuove opportunità di investimento.

Oltre a eseguire le operazioni di conto corrente, tramite l’internet banking il correntista è sempre aggiornato in merito ai prodotti e servizi offerti dall’istituto di credito, come prestiti, mutui, assicurazioni e carte di pagamento.

Torna all’indice

 

Mobile Banking: cos'è e come funziona

Tra le applicazioni per smartphone più utilizzate, quelle dedicate ai servizi bancari sono ormai diventate di uso comune. È per questa ragione che a volte non si parla più di internet banking, ma di mobile banking.

Il mobile banking ha rivoluzionato ancora di più il modo di gestire i rapporti bancari e di utilizzare l’internet banking. Se prima per accedere al proprio conto attraverso l’utilizzo di computer era la scelta privilegiata, oggi i clienti utilizzano soprattutto le app dedicate.

Grazie al mobile banking si può accedere alla banca tramite smartphone o tablet e utilizzare tutti i servizi di home banking. Ormai tutti gli istituti di credito offrono ai clienti un’app che permette di effettuare moltissime operazioni bancarie.

Come funziona il mobile banking? Il primo passo per utilizzare l’app è scaricarla sul proprio dispositivo mobile tramite gli appositi store. Quando si tratta di uno smartphone, in genere si può gestire l’accesso all’app anche tramite le impronte digitali o il riconoscimento facciale.

Le operazioni disponibili tramite l’applicazione di mobile banking sono in genere le stesse di quelle previste per l’internet banking, ma possono cambiare da un istituto di credito ad un altro. Quelle che si trovano più di frequente nell’app sono:

  • Verifica di saldo e movimenti;
  • Disposizione di bonifici nazionali ed esteri;
  • Possibilità di effettuare giroconti;
  • Ricarica del cellulare;
  • Pagamento dei bollettini postali, sia bianchi che premarcati;
  • Pagamento di F24, F23, MAV e Bollettini Cbill-PagoPa;
  • Localizzazione delle filiali e degli ATM dell’istituto di credito.

Queste sono le operazioni più frequenti, ma è possibile che l’app offra al cliente anche la possibilità di gestire i propri investimenti e contattare la banca con un tap. In alcuni casi l’app aiuta il cliente anche a gestire e monitorare le spese quotidiane, perché possono essere inserite in apposite categorie di acquisto.

Quando la tecnologia delle applicazioni per smartphone si applica anche ai servizi bancari, ecco che il cliente può trarne vantaggio in molti modi. Il correntista può ad esempio impostare le notifiche push in modo da essere informato tutte le volte che riceve un bonifico.

Il cliente può scegliere di usare il mobile banking come strumento per garantire sempre la sicurezza del conto corrente. In questo caso le operazioni eseguite online tramite internet banking vanno poi autorizzate tramite l’app per avere la certezza che quell’operazione sia stata eseguita proprio dal titolare del conto.

Torna all’indice

 

Vantaggi dell'Home Banking

I correntisti che si servono dei servizi di internet banking, hanno il vantaggio di avere sempre a portata di mano i servizi bancari, anche nel weekend e quando le filiali sono chiuse. Ad esempio, non bisogna aspettare il lunedì per disporre un bonifico e la transazione sarà eseguita secondo le scadenze definite dal cliente e le tempistiche previste dalla banca.

Evitare la coda allo sportello della filiale grazie ai servizi di internet banking, consente ai clienti di risparmiare molto tempo. Non serve spostarsi da casa per raggiungere la banca e si azzerano anche i tempi di attesa una volta arrivati in filiale.

Inoltre, dato il periodo che stiamo attraversando a causa della diffusione del Covid-19, i servizi digitali sono diventati predominanti nella nostra quotidianità, consentendoci non solo di risparmiare tempo ma anche di tutelare la nostra salute, rispettando i suggerimenti e le normative emanate dal Governo in tempo di pandemia.

La gestione autonoma degli investimenti è un altro grande vantaggio dell’internet banking, perché la figura dell’intermediario non serve più. Che si tratti di operazioni di borsa o di trading, il correntista può occuparsi da solo del suo investimento.

Questo non significa che il correntista è lasciato solo, perché l’assistenza alla clientela è sempre disponibile. Il cliente, in base al servizio scelto, può anche richiedere una consulenza specialistica per i propri investimenti.

Il servizio clienti è adesso ancora più vicino ai clienti della banca, perché accessibile non solo attraverso i canali tradizionali, ma sempre più spesso anche tramite chat, posta elettronica o assistente virtuale Il cliente può così scegliere quale mezzo utilizzare per farsi assistere da un operatore.

Le informazioni relative ai prodotti bancari sono aggiornate in modo costante, e sempre accessibili.   La comunicazione è trasparente e il cliente può orientarsi con facilità nella scelta dei prodotti e servizi che gli servono.

Torna all’indice

 

Quanto costa l'home banking?

Molte delle operazioni disponibili tramite home banking sono gratuite, come ad esempio la possibilità di visualizzare il saldo e i movimenti o l’estratto conto. Alcune banche, grazie all’home banking, sono riuscite ad abbattere alcuni costi per le operazioni dispositive (come ad esempio i bonifici) che se effettuati online non presentano una commissione a differenza della filiale.

Può capitare che la stessa operazione in filiale abbia invece dei costi, che si possono evitare se si utilizzano i servizi di home banking.

In questi casi, quindi, utilizzare l’home banking ed evitare la filiale è quindi più conveniente per il correntista, che può risparmiare sia tempo che denaro.

Alcuni costi legati al conto corrente, come ad esempio il canone annuale, ove presente, o l’imposta di bollo, sono invece indipendenti dall’utilizzo o meno dei servizi di home banking, che in ogni caso offrono al correntista degli innegabili vantaggi.

Torna all’indice

 

Internet e Mobile banking: sfatiamo alcuni falsi miti

I vantaggi dell’home banking sono ormai una certezza per i correntisti, ma esistono anche alcune perplessità che i clienti più tradizionalisti, abituati ad approcciarsi alla banca con le classiche modalità, possono avanzare.

Quando la banca è accessibile sempre tramite i propri dispositivi elettronici, può venire meno il contatto umano con il direttore della banca e i suoi impiegati. Un tempo si instaurava un vero e proprio rapporto di fiducia tra il cliente e le persone che lavoravano in filiale e alcuni correntisti sentono un po’ la mancanza delle tradizionali strette di mano.

La buona notizia è che, in base alla tipologia di Conto Corrente scelto, si può scegliere sia di avvalersi dei servizi online che recarsi in filiale in caso di necessità. Ancora oggi è possibile guardare negli occhi il direttore e i consulenti che lavorano nella sede fisica della banca.

Un altro dubbio di alcuni clienti è la sicurezza delle operazioni eseguite tramite home banking. In realtà, in questo caso non si tratta di un vero e proprio svantaggio, ma solo di preoccupazioni legate alle transazioni online.

Torna all’indice

 

Internet e Mobile banking: come operare in sicurezza

Nella vita di tutti i giorni è normale assumere comportamenti specifici e prendere precauzioni per proteggerci da rischi e minacce di varia natura. Allo stesso modo, navigare sul web e gestire relazioni tramite i social network richiede delle misure specifiche per difendersi dalle minacce di internet. L’identità digitale di chi naviga è infatti soggetta al rischio di furto e utilizzo fraudolento da parte di terzi.

Per garantire la sicurezza dell’operatività svolta con i servizi di home banking, la banca ha adottato misure che hanno le seguenti caratteristiche:

  • evolvono nel tempo, in funzione delle nuove minacce da contrastare e dell’evoluzione della tecnologia a supporto
  • non violano la privacy del cliente
  • non impattano in maniera significativa sull’usabilità del servizio.

Le soluzioni adottate garantiscono inoltre il rispetto di quanto previsto dalle normative europee in materia.

La sicurezza dei siti bancari si realizza tramite l’applicazione di 2 principi fondamentali:

  • l’adozione da parte della banca di specifiche misure
  • il contributo attivo da parte del cliente.

I due fattori viaggiano di pari passo e affinché il conto corrente resti al sicuro, è importante che il cliente utilizzi al meglio gli strumenti e le informazioni rese disponibili dalla banca e rispetti alcune regole fondamentali per proteggere i propri dati.

Tutti gli elementi che compongono la tua identità digitale vanno custoditi in un luogo sicuro con la massima riservatezza, non tenere mai insieme elementi differenti e non memorizzare le tue password sul telefono, sul computer o sul browser. Non divulgare sui social network informazioni che riguardano la tua identità, quali data o luogo di nascita, indirizzo, numero di telefono.

Ogni volta che scegli una password, al primo accesso o successivamente ad ogni cambio, è buona abitudine comporla in maniera non banale e difficilmente riconducibile ad informazioni che riguardano te o la tua famiglia; non usare mai password già utilizzate per altri servizi.

È importate fare molta attenzione a e-mail, sms e telefonate sospette da parte di chi vuole solo appropriarsi dei dati di accesso. La banca non contatta mai il cliente per chiedergli le credenziali di accesso o i dati sensibili e qualunque comunicazione di questo tipo rappresenta un tentativo di frode, avvenga esso via mail (phishing), Sms (smishing) o telefono (vishing).

In genere la Banca rende disponibili funzionalità di notifica che si possono personalizzare in base alle proprie preferenze e sono uno strumento utile per monitorare le spese in uscita. Ricevere una notifica quando si utilizza la carta di credito o si effettua un pagamento on line, è un modo efficacie per controllare i pagamenti, così da bloccare subito lo strumento nel caso di un eventuale situazione di sospetto sull’uso che ne viene fatto.

I dispositivi utilizzati per accedere ai servizi bancari online, dovrebbero essere sempre protetti tramite software antivirus/antimalware/antispyware che devono essere mantenuti sempre aggiornati, così da bloccare subito malware e virus che potrebbero mettere a rischio la sicurezza delle informazioni. Inoltre, per limitare la diffusione di tali minacce, è importante non aprire allegati di posta elettronica inattesi o inviati da mittenti sconosciuti e non navigare e scaricare materiali da siti non ufficiali.

Torna all’indice

TRASPARENZA

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Servizi Digitali