La Cooperativa Il Samaritano e Banco BPM a sostegno dei soggetti più fragili

La Cooperativa Il Samaritano è un Ente del Terzo Settore, che fa capo alla Caritas Diocesana di Verona e nasce nell’ottobre 2006 per volontà della CEI. La costituzione della Cooperativa è stato considerato “segno tangibile” dei lavori del IV Convegno Ecclesiastico tenutosi a Verona. Il Cardinale Camillo Ruini ha dichiarato che Il Samaritano “è un luogo nel quale viene offerta alle persone senza dimora una speranza che ha il volto dei figli della Chiesa Cattolica”.

Cooperative Sociali

Le attività e l’impegno della Cooperativa Il Samaritano per i senza dimora

Una delle prime attività della cooperativa Il Samaritano è stata quella di dare ospitalità ai senza dimora, offrendo non solo accoglienza e rifugio per la notte, ma veri e propri percorsi di reinserimento sociale. L’obiettivo era quello di far riacquisire i “diritti di cittadinanza” a quelle persone che hanno perso ogni riferimento sociale.

In particolare, la Casa Solidale, che ospita persone disagiate, non si limita a una soluzione abitativa, ma offre anche l’opportunità di svolgere piccole mansioni e lavori veri e propri. Queste attività contribuiscono a restituire una dignità sociale, attraverso un progetto che nel tempo porta alla collaborazione sul territorio con le Parrocchie della Diocesi.

Esistono poi delle attività di servizio presso il centro diurno, con l’organizzazione di iniziative ricreative e occupazionali.

Inoltre, Il Samaritano, attraverso Caritas, segue con altre Diocesi del Triveneto un progetto di promozione e sostegno con percorsi di veicolazione socio-lavorativa a favore di detenuti ed ex-detenute.

Accanto all’accoglienza per i senza dimora, viene portata avanti un’attenta attività rivolta ai migranti, con percorsi che riguardano anche l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani richiedenti protezione internazionale. In questo ambito è stata proficua la collaborazione con le Istituzioni Enti del territorio veronese (in primis Comune di Verona e Prefettura).

Anche Banco BPM ha avuto un ruolo decisivo nell’inserimento dei migranti, grazie alle facilitazioni nell’accensione dei conti correnti dei giovani stranieri, che hanno adesso un appoggio bancario per l’accredito dello stipendio. Anche in questo “ordinario” rapporto banca-cliente, matura un piccolo segnale di affermazione sociale, nei confronti di persone sulle quali spesso si manifestano pregiudizi negativi.

Caritas Veronese gestisce sul territorio Diocesano una decina di empori per i poveri e presso questi negozi di prima necessità, una trentina di dipendenti Banco BPM negli ultimi due anni ha potuto vivere l’esperienza del progetto “Volontariamo”, mettendo a disposizione di Caritas una giornata di lavoro dedicata al servizio del Samaritano.

La Cooperativa è cliente di Banco BPM da anni, con un conto corrente per la gestione ordinaria di cassa e un’operatività che si avvale anche del servizio di remote banking.

Durante la pandemia da Covid-19, il Gruppo Banco BPM è stato attento e concretamente presente nei confronti delle strutture sanitarie e delle persone in difficoltà. La Banca ha infatti siglato con Caritas Verona un accordo per sostenere 50 ragazzi di famiglie in difficoltà.

Sulla base dell’accordo, sono stati acquistati dispositivi informatici e materiale didattico, a testimonianza che il bisogno sociale di inserimento scolastico, unito alla crescita didattica e formativa, rappresenta un valore di affrancamento sociale decisivo e non meno importante dell’assistenza attraverso l’offerta di beni di prima necessità.

La relazione tra Banco BPM e la Cooperativa il Samaritano è talmente significativa che nell’ultimo anno Carlo Pellegrini, storico volontario della cooperativa, è diventato testimonial per Banco BPM prendendo parte alla campagna istituzionale “Siamo una banca che fa cose normali. Ma insieme facciamo cose straordinarie”: è quell’uomo sorridente e gioviale immortalato nell’atto di prestare servizio alla mensa dei poveri.

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Associazioni, Cooperative Sociali, Enti Religiosi