Cos’è e come si calcola il capital gain?

Che cosa sono i capital gain? E in che cosa si differenziano da plusvalenze e minusvalenzecedole e dividendi? Iniziamo col dire che sono tutti termini utilizzati per indicare le rendite finanziarie, cioè i guadagni derivanti dall’investimento in uno strumento finanziario. Non sono però tutti sinonimi: cerchiamo di fare un po’ di chiarezza per mettere in ordine le idee. Anche perché non si tratta di distinzioni meramente formali, ma di sostanza: a seconda del tipo di rendita, infatti, può cambiare anche la relativa tassazione (va detto comunque che, ad oggi, nella maggior parte dei casi viene applicata la stessa aliquota).

Tante proposte per costruire il tuo capitale

Capital gain: cos’è?

Il capital gain è il guadagno derivante dalla differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita di un determinato strumento finanziario. È anche conosciuto come plusvalenza, suo sinonimo. Quando si ha una differenza negativa tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita, si parla invece di minusvalenza, o capital loss.

Focus sul capital gain

Anche se nel linguaggio comune tende a essere associato solo ai titoli azionari, in realtà il capital gain può derivare anche dalla compravendita di altri strumenti, come valute, obbligazioni o titoli di Stato, per esempio il classico BTP.

Facciamo un esempio concreto: se acquistiamo un titolo azionario per 15 euro e lo rivendiamo a 20, otterremo un capital gain – o una plusvalenza – di 5 euro. Se invece, dopo aver acquistato a 15, rivendessimo a 12, registreremmo una minusvalenza – o capital loss – di 3 euro.

Come si calcola il capital gain?

Come abbiamo visto, il calcolo del capital gain è molto semplice. Ma se vogliamo essere ancora più precisi, oltre a ricavare il valore assoluto del capital gain, che si evince dalla differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto, possiamo esprimere lo stesso valore anche in percentuale.

In questo caso, la differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto va rapportata al prezzo di acquisto:

Capital Gain (%) = (P. vendita – P. acquisto) / P. acquisto

Nel caso del nostro esempio concreto, se il valore assoluto del nostro capital gain è, come detto, 5 euro, il suo valore percentuale sarà pari al 33%:

Capital Gain (%) = (20 – 15) / 15 = 0,33

Redditi da capitale e redditi diversi

capital gain rientrano tra quelli che vengono definiti “redditi diversi”: essi includono sia la compravendita degli strumenti finanziari sia quella di immobili, sia indennizzi sui mandati assicurativi e altri casi limitati. Sono tutti casi in cui vengono generate plus e minusvalenze compensabili.

Diverso è il caso dei redditi da capitale: Anche se il nome può facilmente trarci in inganno, in realtà, i redditi da capitale non hanno niente a che vedere con i capital gain. Sono tutti i redditi che derivano dall’impiego di capitali i quali, passivamente, danno diritto a una prestazione certa (non nell’ammontare, ma nel diritto a riceverla): dividendi azionari e cedole obbligazionarie, per esempio. Quindi gli interessi derivanti da bond e azioni, come anche quelli maturati su un conto deposito, sono “redditi da capitale”.

La tassazione delle rendite finanziarie

Fiscalmente, il capital gain è regolato dall’articolo 67 lett. c e c-quinquies del TUIR, il Testo Unico delle Imposte sui Redditi. L’aliquota ammonta al 26%.

Per quanto riguarda invece i redditi da capitale come cedole e dividendi, essi vengono tassati immediatamente dall’intermediario, al 12,5% (le obbligazioni governative o equiparabili) o al 26%.

A proposito di tassazione e fiscalità, può essere utile tenere a mente che i redditi da capitale non sono mai compensabili con i redditi diversi, e che per quanto riguarda la famiglia degli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR) – che include Exchange Traded Funds (ETF) e fondi comuni tradizionali – la vendita in guadagno genera redditi da capitale, mentre la vendita in perdita genera redditi diversi (quindi una minusvalenza).

 

di AdviseOnly

 

Banco bpm
Vuoi maggiori informazioni su risparmio e investimenti?