Assicurazione sanitaria: cos’è, come funziona e cosa copre

Quando le spese mediche rischiano di far vacillare il bilancio familiare, l’assicurazione sanitaria può diventare un aiuto provvidenziale. Invece di pagare queste spese impreviste di tasca propria, l’assicurato si serve dell’assicurazione o viene prontamente rimborsato per le spese sostenute.

L’unica accortezza prima di stipulare la polizza è verificare quali spese ricevono copertura assicurativa e quali cure mediche restano invece a carico dell’assicurato.

Proteggi ciò che ami

Cos'è l'assicurazione sanitaria?

L’assicurazione sanitaria è una polizza facoltativa che viene in aiuto al contraente tutte le volte che deve affrontare delle spese per la sanità privata. Stipulare una polizza salute è indispensabile in quei Paesi dove non esiste un sistema sanitario statale.

Sebbene in Italia la maggior parte dei servizi sanitari siano a carico dello Stato, purtroppo le attese sono spesso molto lunghe e a volte il paziente non riceve un servizio efficiente. In questi casi diventa necessario ricorrere alla sanità privata, anche se può avere dei costi proibitivi. È proprio in questi casi che la polizza salute si rivela molto utile.

Ogni assicurazione salute è diversa dall’altra e mentre alcune prevedono il pagamento diretto da parte della compagnia assicurativa, altre prevedono solo un rimborso e quindi il contraente deve anticipare il pagamento. Alcune polizze intervengono anche in caso di invalidità, con un indennizzo che viene pagato quando l’invalidità supera il 26%.

Quali coperture sono previste da un'assicurazione sanitaria?

Prima di stipulare la polizza, bisogna tenere conto che non tutte le spese mediche ricevono copertura. L’assicurazione sanitaria cosa copre?  In genere l’assicurato, in base alla polizza sottoscritta, può ricevere una somma prestabilita per ogni giorno di ricovero e convalescenza, per far fronte all’impossibilità di recarsi al lavoro.

Rientrano nella copertura assicurativa anche le spese mediche legate a un incidente o una malattia, compresi i costi per la riabilitazione, la fisioterapia, gli accertamenti diagnostici e l’acquisto dei farmaci durante il ricovero.

Restano fuori dalla copertura assicurativa gli interventi di chirurgia estetica e in generale quelli che si rendono necessari per rimuovere dei difetti fisici. Non sono previsti rimborsi neanche per cure dietologiche, aborti volontari non terapeutici e per le cure legate a malattie psichiche. È molto raro che le spese dentistiche ricevano copertura assicurativa, tranne che si tratti di trattamenti di piccola entità, come l’ablazione del tartaro.

In quali casi conviene stipulare un'assicurazione sanitaria?

Sono diversi i motivi che possono rendere necessaria una polizza salute, come evitare le lunghe attese per accedere alle visite del SSN, che in ogni caso prevedono sempre il pagamento del ticket. Grazie all’assicurazione sanitaria, se hai bisogno di una prestazione specialistica, la puoi ottenere in tempi più rapidi e scegliere anche il professionista o la struttura che preferisci.

Se le spese sanitarie impreviste possono essere un problema, ma vuoi comunque prenderti cura del tuo benessere nel modo migliore, la polizza salute ti permette di ricevere le cure migliori, senza mettere a dura prova il bilancio familiare.

 

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Proteggi ciò che ami