Perito assicurativo: cosa fa e quando serve

Il risarcimento danni per incidente stradale si basa su un sistema di valutazione complesso. La stima dei danni e le considerazioni tecniche spettano al perito assicurativo, incaricato di negoziare l’accordo fra la compagnia assicurativa e il beneficiario dell’indennizzo previsto dalla polizza. Scopriamo nel dettaglio quali sono i suoi compiti e come funzionano la richiesta di risarcimento e la perizia tecnica.

Proteggi ciò che ami

Come funziona la perizia di un sinistro

Quando avviene la denuncia di incidente stradale entra in gioco il perito assicurativo, responsabile dell’accertamento tecnico, ovvero della perizia assicurativa. Oltre a ispezionare il bene danneggiato, tra i compiti del perito auto rientra l’analisi della dinamica dell’evento e l’accertamento e la verifica della compatibilità dei danni con la dinamica denunciata. Responsabilità del perito auto, inoltre, è l’analisi dell’assicurazione in essere, per verificare la copertura prevista e stabilire il risarcimento più adeguato per tutelare entrambe le parti.

Risarcimento danni per incidente stradale: come avviene

In caso di incidente stradale, l’assicurato è tenuto a presentare la denuncia del sinistro entro 3 giorni, su carta libera o utilizzando il modulo di Constatazione amichevole (Cai).  A sua volta, la compagnia assicurativa è chiamata a nominare un esperto – il perito assicurativo, appunto – entro 10 giorni dalla ricezione della denuncia. Il perito incaricato provvederà a contattare l’assicurato per visionare la vettura e valutare i danni subiti dal veicolo.  L’ ispezione tecnica può avvenire, presso l’officina incaricata di eseguire le riparazioni, presso il luogo inidcato dal cliente o attraverso la video perizia (canale di recente introduzione da molte Compagnie).

A conclusione della valutazione dei danni,  il perito può concordare l’ importo con il cliente e comunicarlo alla Compagnia Assicuratrice del danneggiato, che provvede a liquidare il danno come da importo indicato nel cosiddetto elaborato peritale.

Nel caso in cui tale importo non venga  concordato, il perito trasmette l’elaborato peritale alla compagnia, indicando l’importo da liquidare a seguito della valutazione dei danni effettuata.

In caso di cessione del credito direttamente alla carrozzeria incaricata di effettuare i lavori,  il perito recupera la cessione del credito e la delega di pagamento sottoscritta dal cliente  e il tutto viene  allegato alla perizia. In tal caso la Compagnia effettua il pagamento a favore della carrozzeria cessionaria.

Quali sono i tempi per ottenere le liquidazione

I tempi per ottenere il risarcimento danni per incidente stradale sono molto variabili. Se le perdite sono di lieve entità, il perito assicurativo può proporre la cosiddetta procedura di pronta liquidazione, formulando un’offerta di indennizzo – dopo aver affettuato una valutazione dei danni denunciati –  sulla base delle informazioni e della documentazione  fornite dallo stesso assicurato.  L’offerta di risarcimento deve essere formulata rispettivamente entro 30, 60 o 90 giorni in caso di presentazione della denuncia con modello cai doppia firma, modello cai a singola firma o in caso di danni con lesioni. Per quest’ultimo caso la Compagnia ha facoltà di richiedere eventuale documentazione integrativa utile per la valutazione dei danni richiesti. In tal caso i tempi si interrompono e riprendono a decorrere dal momento in cui vengono prodotti i documenti richiesti.

 

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Proteggi ciò che ami