Polizza vita: cos’è, cosa copre e come funziona

Polizza vita: cos’è?

La polizza vita è un contratto stipulato con una compagnia assicurativa, allo scopo di tutelare il contraente e/o i suoi cari, nel caso si verifichino determinati eventi. Al verificarsi dell’evento previsto, come ad esempio la morte dell’assicurato o la sua invalidità, il beneficiario riceverà un capitale o una rendita, in base a quanto stabilito nel contratto.

Proteggi ciò che ami

Come funziona l’assicurazione sulla vita?

Quando si stipula un’assicurazione sulla vita, come funziona il versamento dei premi? Il titolare della polizza è tenuto a versare periodicamente alla compagnia assicurativa un premio in denaro, a cadenza mensile o annuale.

L’ammontare del premio assicurativo dipende da tanti fattori, come ad esempio l’età del contraente, il suo stile di vita e le sue condizioni di salute. In generale la polizza vita è caratterizzata da delle esclusioni (es. età superiori ai 65 o 70 anni, malattie terminali)

Prima di stipulare un’assicurazione sulla vita, il contraente compila un questionario sullo stato di salute che contiene domande sulla sua attività lavorativa, la salute e le sue abitudini. In base alle risposte, la compagnia assicuratrice stabilirà il rischio assicurativo e determinerà l’ammontare del premio e del capitale o della rendita che saranno versati al beneficiario al verificarsi dell’evento prestabilito.

Fondamentale ricordare che è necessario prestare molta attenzione nella compilazione del questionario; eventuali reticenze o inesattezze possono essere causa di annullamento delle polizze vita.

Le tipologie di polizze vita

Esistono diversi tipi di polizza vita, a seconda che la copertura assicurativa scatti in caso di morte, invalidità o ad una scadenza prefissata. La tipologia più comune è la polizza vita caso morte, che prevede il versamento di una somma di denaro al beneficiario alla morte dell’assicurato.

La polizza vita caso vita, invece, è molto simile ad un piano di accumulo, perché permette di accantonare del denaro, che entrerà nella disponibilità dell’assicurato (o del beneficiario designato) alla scadenza stabilita.

Infine, le compagnie assicurative offrono anche le polizze vita miste, che rappresentano una via di mezzo tra le polizze caso morte e quelle caso vita. Questi contratti possono prevedere anche la copertura in presenza di altri eventi, come invalidità, malattia, infortuni o la perdita del posto di lavoro.

Quale tipologia di assicurazione sulla vita scegliere?

Visto che sono disponibili diversi tipi di polizza vita, quale scegliere? La risposta dipende dalla situazione personale dell’assicurato e della propria famiglia. L’assicurazione vita caso morte, ad esempio, è consigliabile a chi in famiglia è l’unica persona a produrre reddito, così da mettere al sicuro i familiari in caso di morte prematura del contraente.

La polizza vita caso vita è invece ideale per chi vuole garantirsi un futuro sereno o ha contratto un debito di una certa importanza, come ad esempio per un prestito o un mutuo. Sono diversi gli imprevisti che possono capitare nella vita e queste polizze sono una valida soluzione per tutelare sé e i familiari.

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca.

Banco bpm
Proteggi ciò che ami