Tecnologia contactless e carte di pagamento: ecco come funzionano

Sarà capitato a tutti di correre tra un impegno e l’altro e avere poco tempo per sbrigare commissioni o fare acquisti. È proprio quando abbiamo i minuti contati che il pagamento contactless ci viene in auto, perché ci permette di pagare in pochi istanti senza sacrificare la sicurezza.

 

Carte di pagamento per tutte le esigenze

Come funzionano le carte di pagamento contactless

Le carte di pagamento contactless hanno l’aspetto di normali carte bancarie, ma sono in grado di sfruttare la radiofrequenza per inviare il pagamento senza essere inserite nel lettore POS. Basta infatti avvicinare la carta al lettore e in pochi secondi viene eseguita la transazione.

Sotto i 25 € di spesa non serve digitare il PIN né firmare lo scontrino e l’operazione alla cassa si conclude in tempi rapidi, senza particolari formalità. Chi vuole scegliere il circuito da utilizzare, deve solo comunicarlo all’esercente prima del pagamento.

Il pagamento contactless è sicuro?

Per eseguire con successo la transazione di denaro bisogna avvicinare la carta contactless a pochi millimetri dal lettore POS. Si tratta di un metodo di pagamento sicuro perché ad ogni utilizzo viene generato un codice di autorizzazione univoco che non può essere sfruttato per nuove transazioni.

In caso di smarrimento o furto della carta, è in ogni caso possibile mettersi in contatto con la banca emittente e bloccarla con effetto immediato, così da limitare eventuali danni.

Banco bpm
Carte di pagamento per tutte le esigenze

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.