Prestito liquidità: Come Funziona e Come Ottenerlo

Hai mai sentito parlare di “prestito liquidità”? Si tratta di un argomento che potrebbe interessare moltissime persone e che vale la pena approfondire. Andiamo quindi a scoprire di seguito tutte le caratteristiche di questo tipo di prestito e come fare per ottenerlo.

Realizza i tuoi progetti!

Che cos'è un prestito liquidità?

Il prestito liquidità è un particolare tipo di finanziamento che consente di avere accesso a una somma di denaro che non è in alcun modo vincolata all’acquisto di un oggetto o di un bene predefinito.

Questo tipo di prestito è sicuramente utile ai più, poiché non richiede dei requisiti specifici e permette al fruitore di utilizzare il credito concesso in totale libertà e senza alcun tipo di imposizione da parte dell’ente erogatore.

Ovviamente, seppure in misura minore, anche il prestito liquidità presenta alcune clausole che vanno esaminate e consolidate prima di procedere con la richiesta. Inoltre, questo tipo di prestito potrebbe avere dei tassi maggiori rispetto ad altri tipi di finanziamento.

Vediamo ora di seguito come richiedere e ottenere il prestito liquidità.

Come ottenere un prestito liquidità?

Il requisito più importante consiste nell’avere una fonte di reddito mensile, che può derivare dallo stipendio del lavoratore o dalla pensione erogata ogni mese, che permette di far fronte al pagamento della rata mensile.

Solitamente colui che richiede il prestito liquidità non deve avere un’età superiore ai 75 anni alla scadenza del finanziamento.

È fondamentale inoltre disporre dei seguenti documenti:

  • Carta d’identità;
  • Codice fiscale;
  • Attuale indirizzo di residenza;
  • Busta paga e CUD;
  • Dichiarazione dei redditi;
  • Cedolino della pensione.

Lo step successivo prevede la messa in moto tutte le verifiche necessarie a valutare la cedibilità del prestito, delineando i tempi e le modalità tramite le quali le rate dovranno essere saldate.

In primis, l’ente erogatore si deve assicurare di valutare il rischio relativo alla richiesta del prestito personale, in maniera tale da verificare la possibilità di insolvenza da parte del fruitore. L’insolvenza viene analizzata tramite un calcolo, che vede un rapporto fra il reddito del richiedente e l’importo della rata prevista per la restituzione del prestito.

Proprio per questa ragione viene esaminato il reddito del richiedente ed eventualmente del suo nucleo familiare in modo che l’importo della rata non vada a inficiare in maniera troppo invasiva il suo stile di vita.

Infine, ma non meno importante, vi è il parametro dell’affidabilità creditizia, ovvero una stima del rischio di non rientrare delle rate del prestito che deriva dal comportamento che il richiedente ha tenuto in passato, nel corso degli anni. Questa verifica viene fatta consultando banche dati come CRIF.

Può capitare infatti che nella ricerca relativa alla storia creditizia della persona emergano dei mancati pagamenti o dei notevoli ritardi che andranno a definire il soggetto come “cattivo pagatore” e che potranno comportare delle difficoltà per la concessione di altri prestiti.

In alcune situazioni, l’istituto può decidere di concedere ugualmente il credito anche se tramite tipologie di rimborso differenti, come ad esempio con la cessione del quinto, dove non sarà il cliente a restituire l’importo dovuto, ma il datore di lavoro/ente pensionistico, che andrà a detrarre la rata direttamente dallo stipendio/ pensione del richiedente.

Quando potrebbe essere utile avere un prestito liquidità?

Anche se oggi giorno sono davvero molte le opportunità che banche e istituti creditizi offrono per poter risolvere ogni tipo di difficoltà, il prestito liquidità è l’alternativa più consigliata nel caso in cui si debbano fronteggiare diverse spese improvvise e non si abbiano i mezzi per farlo.

Proprio per questa ragione, si tratta della soluzione migliore nel caso in cui non è necessario giustificare il motivo per cui la somma è stata richiesta e si voglia destinare a delle spese private senza alcuna limitazione o vincolo.

Può risultare utile chiedere un finanziamento di liquidità anche qualora non si necessiti di grandi cifre e non si vogliano sostenere dei normalmente caricati su altre tipologie di prestiti.

Il prestito liquidità è molto usato dalle famiglie per pagare la retta scolastica, il dentista, il meccanico o per sostenere altre spese private che sommate tra loro diventerebbero significative.

Sulla base di quanto detto possiamo concludere dicendo che il prestito liquidità è fra i più richiesti dai soggetti che non vogliono esporsi indicando il motivo della richiesta e senz’altro dalle persone che preferiscono utilizzare i fondi erogati per coprire più di una tipologia di spesa.

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni economiche di tutte le tipologie di mutuo fare riferimento alle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto a Consumatori disponibili presso le filiali della banca e sul sito bancobpm.it alla sezione “Trasparenza”.

L’erogazione del finanziamento è subordinata alla normale istruttoria da parte della banca. Il credito è garantito da un’ipoteca sul diritto di proprietà o su altro diritto reale avente per oggetto un bene immobile residenziale.

Per quanto riguarda i prodotti Ducato ricordiamo che la richiesta di prestito è soggetta ad approvazione di Agos Ducato.

Sul sito www.bancobpm.it e in filiale sono disponibili gratuitamente su richiesta della clientela il modulo “informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (S.e.c.c.i.) e la copia del testo contrattuale. La flessibilità può essere esercitata nel rispetto dei limiti contrattualmente previsti, in caso di regolarità dei pagamenti e rimborso tramite addebito diretto in conto corrente SDD.

Banco bpm
Realizza i tuoi progetti!