L’apertura di un conto corrente richiede un versamento minimo?

Prima di aprire un conto corrente è bene avere le idee chiare in merito ai servizi offerti e ai costi di apertura e gestione. Per aprire un conto corrente quanto bisogna versare? Questa è una delle domande più comuni tra i futuri correntisti, che vogliono conoscere l’ammontare del versamento minimo per aprire un conto corrente bancario o postale.

Scopri tutti i conti

Per aprire un conto corrente quanto bisogna versare?

La procedura per diventare correntisti è piuttosto semplice, infatti basta inviare i documenti necessari per aprire il conto corrente e attendere i tempi di apertura, che variano a seconda che si apra il conto in filiale oppure online. Ma quanto bisogna versare per aprire un conto corrente?

Chi sceglie di aprire il conto online, in genere deve effettuare un bonifico da un altro conto corrente allo scopo di verificare la sua identità. Questo bonifico può avere anche un importo molto basso, ad esempio pari ad un euro. Non è previsto un importo minimo da versare neppure nel caso di apertura del conto presso la filiale, infatti basta anche un versamento di 10 euro.

E per l’apertura di un conto corrente postale?

I futuri correntisti che vogliono sapere quanto bisogna versare per aprire un conto postale, devono sapere che anche in questo caso non è previsto un versamento minimo, ma il correntista è libero di scegliere quanto versare. Il cliente deve quindi affrontare solo i costi di gestione del conto postale, che sono spesso simili a quelli previsti per i conti bancari online.

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Scopri tutti i conti