Che cos’è un assegno di traenza e come funziona

Vuoi capire cosa sia effettivamente un assegno di traenza? Eccolo spiegato in pochi e semplici passaggi, per comprendere come funziona e poterne disporre al meglio.

Tanti conti correnti per tutte le esigenze

Cos’è un assegno di traenza

L’assegno di traenza è un assegno utilizzato per il pagamento o il rimborso di denaro in favore di un soggetto di cui non sono note le coordinate bancarie.

I maggiori utilizzatori di questo strumento sono le aziende, gli enti pubblici e le società di assicurazione che, per evitare procedure lunghe e costose che dilaterebbero i tempi necessari al trasferimento del denaro, possono far recapitare la somma dovuta direttamente al beneficiario.

A differenza dell’assegno bancario tradizionalel’assegno di traenza deve indicare il beneficiario e, come l’assegno circolare, non è trasferibile (in altre parole, il beneficiario è l’unico a poter cambiare l’assegno ed incassare la somma di denaro). Inoltre, l’assegno di cui parliamo non porta in calce la firma di chi è tenuto al pagamento, ma solo quella del soggetto nei confronti del quale l’assegno viene emesso.

Come funziona l’assegno di traenza

  • Come anticipato, l’assegno di traenza viene utilizzato quando non si conosce il numero di conto corrente del beneficiario.
  • Il beneficiario appone due firme, una sul fronte e una sul retro dell’assegno – pena la decadenza della validità dello stesso.
  • La validità è sempre prefissata: una volta decorsa la data indicata (in genere 60 giorni), non è più possibile incassare la somma di denaro.
  • Altro elemento costante è la clausola di non trasferibilità, in virtù della quale l’assegno in questione può essere cambiato solo dal beneficiario dello stesso.
Banco bpm
Vuoi maggiori informazioni sui conti correnti?