Cassetta di Sicurezza: Cos'è e Come Funziona

Nonostante la maggior parte delle operazioni bancarie venga ormai effettuata online, disporre di una cassetta di sicurezza presso il proprio istituto bancario può essere molto utile per chi necessita un luogo sicuro dove custodire beni di valore o documenti importanti.

Vediamo quindi cosa sono e come funzionano le cassette di sicurezza.

Scopri tutti i conti

Cassetta di sicurezza: cos'è

La cassetta di sicurezza è un vero e proprio servizio di custodia offerto dagli istituti di credito a tutti i loro clienti, che possono farne richiesta sottoscrivendo un contratto che ne regoli i costi e le modalità di fruizione.

Da un punto di vista pratico, la cassetta di sicurezza è un contenitore posizionato all’interno del caveau della banca oppure in un locale blindato e dotato di dispositivo d’allarme. Ne esistono di diverse dimensioni, da quelle più piccole adatte, ad esempio, a depositare contanti e oggetti di valore, a quelle più capienti ed extra large, ideali per riporre faldoni o documenti voluminosi.

Come funziona e perché utilizzarla

Utilizzare una cassetta di sicurezza può essere un’ottima scelta per chi non dispone di una cassaforte o di un impianto d’allarme adeguato, ma necessita di un luogo per conservare oggetti preziosi, gioielli o altri beni di valore  che, in casa, non sarebbero al sicuro, ma anche documenti importanti. che si preferisce custodire e conservare in modo più sicuro.

Il funzionamento di una cassetta di sicurezza è piuttosto semplice: una volta sottoscritto il contratto e depositata la firma, al titolare viene fornita la chiave corrispondente alla propria cassetta. Sarà poi sufficiente recarsi in banca e rivolgersi al funzionario che, dopo aver verificato l’identità e la firma del richiedente, lo accompagnerà nei locali appositi.

La cassetta di sicurezza, inoltre, può essere intestata a più persone, ad esempio il coniuge con il quale si condivide il conto corrente cointestato, e ciascun intestatario può accedervi singolarmente e senza necessità di chiedere l’autorizzazione dell’altro titolare, firmando l’apposito contratto.

Costo cassetta di sicurezza

Il costo di una cassetta di sicurezza può variare a seconda della banca alla quale ci si rivolge, del volume di cui si necessita.

Il foglio informativo del servizio cassette di sicurezza riporta tutte le informazioni utili da conoscere prima di sottoscrivere il contratto, compresi i rischi e i costi di gestione che, in linea di massima, possono aggirarsi intorno ai 10 euro mensili per le cassette di sicurezza più piccole, per arrivare fino ai 150 euro mensili per le cassette extra large. L’importo viene addebitato direttamente sul conto corrente.

La riservatezza delle Cassette di sicurezza

Pur non essendo del tutto anonime – di fatto sono intestate al correntista – le cassette di sicurezza garantiscono un buon livello di riservatezza.

Ad esempio, l’intestatario può accedervi in totale autonomia e non è tenuto a comunicarne il contenuto alla propria banca, ma solo informarla del valore complessivo dei beni depositati, che sono coperti da assicurazione. Tuttavia, è vietato immettere nella cassetta cose che possano costituire pericolo di qualsiasi genere o comunque possano arrecare danno, pregiudizio o disturbo.

Secondo le normative vigenti, la cassetta di sicurezza può essere oggetto di accertamenti da parte del Fisco, che può rivolgersi alla banca e richiederne l’apertura – anche in assenza del cliente – per controllarne il contenuto.

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Scopri tutti i conti