Documenti necessari per aprire il conto corrente: ecco quali

Il conto corrente è uno strumento bancario che svolge un servizio “di cassa” per il proprio cliente e consente la raccolta dei risparmi agevolando la gestione e il monitoraggio del denaro. Infatti, dà la possibilità di canalizzare lo stipendio, addebitare le utenze, eseguire pagamenti e versare contanti.

Se vi state apprestando ad aprire un conto corrente è in primo luogo necessario conoscerne le diverse tipologie, per scegliere l’opzione che meglio risponde alle vostre esigenze:

  • Il conto corrente “a consumo” prevede una spesa vincolata alle operazioni che di volta in volta vengono effettuate. Maggiore il numero di operazioni effettuate, maggiore sarà la spesa che dovrà essere sostenuta.

Il conto corrente “a pacchetto”, invece, prevede il pagamento di un canone annuo o mensile in cambio di una serie di operazioni bancarie ed extra bancarie (assicurazioni, cassette di sicurezza, ecc.) che possono essere in numero limitato o illimitato. In quest’ultimo caso, parleremo di conto corrente “a pacchetto” senza franchigia; nel caso in cui il numero di operazioni sia invece limitato il conto è denominato “a pacchetto” con franchigia.

Tanti conti correnti per tutte le esigenze

Documenti per aprire un conto corrente

Per facilitare e snellire ogni tipo di procedura, è bene conoscere nei dettagli i documenti necessari per aprire un conto corrente. Vediamoli insieme:

  • La carta di identità è fondamentale per aprire un conto corrente, sia nel caso vogliate rivolgervi ad una filiale tradizionale sia ad una banca online. In quest’ultimo caso, a seconda delle esigenze dell’Istituto da voi prescelto, dovrete seguire una procedura telematica, dove vi saranno chiesti una scansione digitale della vostra carta o semplicemente gli estremi della stessa (numero e scadenza). Alcune Banche potrebbero richiedervi inoltre un secondo documento che certifichi la vostra identità: passaporto o patente di guida, ad esempio.
  • Anche la presentazione del codice fiscale è vincolante all’apertura di un conto corrente, sia tradizionale sia online. Nel caso decideste di procedere con una banca tradizionale, dovrete munirvi di documento originale e fotocopia. Se preferite sfruttare la comodità della banca online, invece, vi basterà una scansione o la semplice combinazione alfanumerica che compone il vostro codice fiscale.
  • In alcuni casi, vi verrà chiesta unacopia della vostra busta paga o del contratto di lavoro. È bene però sapere che non si tratta di un requisito vincolante, ma di una semplice verifica dell’affidabilità del nuovo cliente: la mancanza di una busta paga, infatti, non sarà certo un impedimento per l’apertura del conto.
  • Alcuni istituti di credito per l’apertura del conto richiedono anche un certificato di residenza.

Nella maggior parte dei casi gli unici documenti richiesti per aprire un conto corrente sono: codice fiscale e documento di identità in corso di validità (come la carta di identità, la patente o il passaporto).

Inoltre, al momento dell’apertura del conto, la Banca sottoporrà al cliente un questionario necessario ad individuarne il “profilo” nell’ambito della normativa antiriciclaggio. Infine, possono essere richiesti ulteriori documenti per poter usufruire di particolari condizioni riservate a convenzioni stipulate con alcune categorie (ad esempio il certificato di iscrizione per gli studenti universitari).

È molto importante rispondere con attenzione alle domande del questionario per poter permettere alla Banca/Intermediario di “profilare” correttamente la clientela.

Banco bpm
Vuoi maggiori informazioni sui conti correnti?