Differenza tra Saldo Contabile e Saldo Disponibile

Chiunque sia titolare di un conto corrente sa che con il termine saldo si intende l’importo presente sul conto in un dato momento, e che si ottiene facendo la somma algebrica tra le entrate e le uscite.

Tuttavia quando si vogliono verificare il saldo e i movimenti del conto corrente si notano due voci che non sempre coincidono tra loro, vale a dire il saldo contabile e il saldo disponibile: proviamo a fare chiarezza su quale sia la differenza, per essere sempre certi di conoscere l’importo esatto a disposizione.

Scopri tutti i conti

Saldo contabile: cosa significa

Il saldo contabile fa riferimento a tutte le operazioni che sono state già contabilizzate, dunque registrate, fino a una certa data, e include sia quelle in entrata sia quelle in uscita.

Un aspetto fondamentale è che il saldo contabile tiene in considerazione anche i movimenti che non sono ancora effettivi per il correntista, ad esempio un bonifico che verrà eseguito in un giorno diverso rispetto alla data in cui è stato predisposto o un assegno versato ma il cui importo non è ancora stato effettivamente accreditato sul conto.

Saldo disponibile: cosa significa

Il saldo disponibile rappresenta, invece, l’importo effettivamente presente sul conto in quel preciso momento, e tiene conto anche delle spese più recenti che non sono ancora state registrate nella lista dei movimenti.

Il saldo disponibile, dunque, è il parametro al quale fare riferimento per sapere, ad esempio, quanto denaro possiamo utilizzare o quanto possiamo prelevare allo sportello.

Quando diventa disponibile il saldo contabile?

Quando c’è una differenza tra il saldo disponibile e il saldo contabile significa che alcune operazioni sono già state registrate ma non risultano effettive, oppure che alcune spese non sono ancora state registrate nella lista dei movimenti.

Per riprendere l’esempio del versamento di un assegno, anche se il suo importo figura nel saldo contabile potrebbe essere necessario qualche giorno prima che questo risulti anche nel saldo disponibile e che, dunque, sia realmente utilizzabile.

Si tratta di tempi tecnici che possono variare da un istituto bancario all’altro ma che, in linea di massima, si aggirano intorno alle 48 ore.

 

 

Messaggio pubblicitario a finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi e/o alla documentazione contrattuale disponibili sul sito www.bancobpm.it e presso le filiali della Banca. Per l’emissione della carta di debito e della carta di credito la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari alla concessione e dei massimali di spesa da assegnare alla stessa.

Banco bpm
Scopri tutti i conti