SIM SWAP: la truffa del momento

Se la SIM del tuo smartphone smette di funzionare, potresti essere vittima di una nuova truffa informatica che mira proprio ad impossessarsi della tua SIM.  Le tecniche usate dai criminali informatici per ottenere i tuoi dati, sono sempre più sofisticate: saper riconoscere i tentativi di frode online è fondamentale per potersi tutelare.

Come funziona e come avviene un attacco SIM SWAP

Dopo che i criminali si sono impossessati delle credenziali di accesso dei tuoi Servizi Online e del tuo numero di cellulare, richiedono al tuo fornitore di telefonia l’emissione di una SIM con il tuo numero, a questo punto la SIM del tuo telefono sarà controllata direttamente da loro.

Ecco come si svolge l’attacco.

1. Ricerca di informazioni personali. Il criminale comincia la sua opera con la raccolta diinformazioni personali sul conto della vittima designata: setacciando i social, agganciandola con mail di phishing, agendo con tecniche di persuasione o di social engineering.

2. Trasferimento del numero su una nuova SIM. Ottenuti i dati necessari per rubare l’identità della vittima,il criminale contatta il fornitore di servizi di telefonia mobile e – mettendo a frutto la propria abilità – prova a convincere la compagnia telefonica a trasferire il numero dell’utenza

3. Utilizzo della nuova SIM per ottenere password e codici di sicurezza. Il telefono della vittima perderà la connessione e rimarràisolato dalla Rete. Chiamate e messaggi verranno recapitati al criminale che quindi riceverà password o codici di sicurezza abbinati alle operazioni che richiedono una autorizzazione.

I segnali che possono essere indizio di un attacco alla tua SIM

  • Il tuo telefono smette di funzionare, ovvero perde inaspettatamente il segnale e non ti è più possibile inviare/ricevere SMS o fare chiamate.
  • Ti potrebbe chiamare un presunto operatore telefonico che ti informa che ci potrebbero essere dei problemi di linea sul tuo smartphone ma di non farci caso. Oppure potresti ricevere un SMS con la stessa informazione. Non fidarti!
  • Potresti ricevere molte chiamate fastidiose che ti spingono a spegnere il telefono per non essere disturbato. Non farlo!

Cosa fare se pensi di essere stato vittima di SIM SWAP

1. Controlla i tuoi conti online

2. Blocca l’operatività temporaneamente: contatta il Servizio Clienti della tua banca

3. Blocca lo scambio della SIM: contatta subito il tuo gestore telefonico per informarlo della truffa e procedere rapidamente al blocco.

Ricordati sempre che la tua banca non ti chiederà mai di fornire dati personali tramite email, SMS, telefono e social network. Diffida sempre se ricevi queste tipologie di richieste.